BASTA POCO PER AMARE GLI ALTRI

Progetto charity che sostiene diverse buone cause ed iniziative che fanno bene al cuore.
Grazie a “BASTA POCO PER AMARE GLI ALTRI” DOUUOD raccoglie fondi a supporto di organizzazioni sociali e no-profit.

BASTA POCO PER… BENIN

Il traffico di minori rimane una triste realtà nel Benin. Ogni anno sono migliaia i bambini e le bambine che sono venduti dai loro genitori. Le ragazze vittime del traffico sono sempre più numerose e costituiscono un caso a sé stante. Le bimbe vendute divengono “Vidomegons” e sono sfruttate da mattina a sera come piccole tuttofare, venditrici ambulanti, spaccapietre.
Lo sfruttamento della prostituzione minorile e la pratica dei matrimoni combinati con spose bambine sono realtà documentate sotto gli occhi di tutti che rimangono sospese nell’indifferenza generale.

Da qui DOUUOD ha promosso la DOUUODBAG, una borsa venduta nei negozi italiani ed esteri che hanno aderito a questa iniziativa umanitaria per raccogliere fondi rivolti ai bambini in difficoltà.
L’intero ricavato è andato a favore di “Baby nel cuore”, per aiutare le suore salesiane che operano nel Benin affinché a questi bambini venga data l’opportunità di essere tutelati e rispettati, di amare e di essere amati.

Per documentare la reale situazione sostenuta, il team DOUUOD, insieme ai fotografi Jean Philipse e Karin Jonkers, si è recato in Benin. E’ nato così un libro fotografico che raccoglie le immagini dell’Africa, con il compito e la responsabilità di testimoniare una realtà che non tutti conoscono.

La pubblicazione è stata venduta in anteprima al Salone a Milano, il ricavato della vendita devoluto al FOYER LAURA VICUNA DI COTONOU per continuare a sostenere il suo operato.

Scarica il libro del progetto

BASTA POCO PER… LINEA ROSA

DOUUOD a sostegno di Linea Rosa, un centro antiviolenza che dal 1991 è a disposizione delle donne, sia nella provincia di Ravenna che su tutto il territorio nazionale. Nel corso degli anni l’associazione ha aiutato moltissime donne, facendo recuperare loro la dignità perduta e ridonando libertà.

La protagonista è il simbolo fashion femminile per eccellenza: la borsa. Una grande shopper in paglia, personalizzata con l’iniziale del proprio nome, che diventa simbolo della lotta di DOUUOD alla violenza sulle donna. Il ricavato della vendita è devoluto a Linea Rosa.

BASTA POCO PER… BRASILE

DOUUODBAG per aiutare a costruire un ospedale pediatrico a Salvador de Bahia in Brasile.

Di fronte all’apparente bellezza e spensieratezza della sua vocazione turistica, la realtà urbana di Salvador presenta un substrato profondamente drammatico. In questa zona, abitata quasi esclusivamente da poveri, la Fondazione Betania onlus ha acquistato un appezzamento di terreno di circa 3 ettari, perfettamente pianeggiante, insito esattamente tra i due quartieri-favelas. Su questo terreno la Fondazione intende creare un luogo di sviluppo integrale dei bambini, dalla prima infanzia sino all’inserimento nel mondo del lavoro.

La nuova DOUUODBAG ha contribuito con i suoi due nuovi colori (oltre al militare) il lavagna e il porcellana, alla realizzazione di un vero e proprio ospedale pediatrico con 72 posti letto e 2 sale operatorie, con i reparti di: neonatologia, medicina generale – malattie infettive, chirurgia, ecc.

#BRINGBACKOURGIRLS

Nella notte tra il 14 e il 15 aprile del 2014, 276 studentesse tra i 15 e i 18 anni sono state rapite in un dormitorio della scuola di Chibok, nel nord-est dello stato di Borno, nella Nigeria nord-orientale. Il caso è stato raccontato e seguito dai governi e dalla stampa nel mondo diventando una questione internazionale, con manifestazioni di protesta, con campagne per la liberazione delle donne (#BringBackOurGirls) e con l’invio di un gruppo di militari e di esperti da parte di Stati Uniti e Regno Unito per assistere la polizia locale nella ricerca (tutto questo dopo la diffusione della possibile notizia che le ragazze fossero state vendute come “spose”).

Douuod ha partecipato alla campagna creando una t-shirt e devolvendo il ricavato della vendita all’Associazione Amici delle Missionarie dell’Immacolata.